Il giorno 4 settembre 2010 si è svolta al Lido di Venezia, in occasione della mostra internazionale del cinema una grande manifestazione antinucleare. Per l’occasione si sono radunati attivisti e associazioni da tutta la regione rispondendo all’appello della Reveneta contro il nucleare; sono partite tre motonavi da Chioggia alla volta del Lido, altri attivisti sono giunti da Venezia, un corteo lungo le vie della città per poi giungere con una delegazione a pochi passi dal red carpet.  Tutto questo per dimostrare che la gente non ci sta, i cittadini non vogliono il nucleare, un’energia inquinante, nociva per la salute e inutilmente costosa. Ovviamente non poteva mancare la FABBRICA DI NICHI-CHIOGGIA, c’eravamo anche noi per dire NO a questa scelta scellerata frutto di interessi economici di pochi a danno della salute e del futuro di tutti!

Annunci

A Chioggia spunta una “Fabbrica di Nichi” pro Vendola

Domenica 8 Agosto 2010,
Spunta anche a Chioggia una “Fabbrica di Nichi”, il movimento sorto in Puglia come comitato elettorale per avvicinare la gente al pensiero politico di Nichi Vendola. «L’idea di creare qui una Fabbrica – spiega Francesca De Luca, fondatrice de “La Fabbrica di Nichi di Chioggia” – è nata dall’esigenza mia e di altre persone di fare qualcosa per il nostro territorio, di non rimanere fermi di fronte ad un’Italia che sta cadendo a pezzi giorno per giorno. Condividiamo molte delle battaglie combattute da Vendola, dalla lotta al razzismo a quella dell’omofobia, dall’acqua pubblica all’avversione al nucleare e le trasportiamo all’interno del nostro territorio». Attraverso il web e le azioni sul territorio il gruppo rende pubbliche idee, proposte, informazioni e contenuti di ogni genere. «Abbiamo un blog – conclude De Luca – e la nostra pagina di Facebook può contare già 350 fan, più di quelli delle Fabbriche di grandi città come Padova o Treviso. Il nostro obiettivo è la sensibilizzazione verso i problemi del nostro territorio, ed il successo che stiamo ottenendo a Chioggia rafforza in noi la convinzione che insieme possiamo fare molto».

Una breve presentazione video per far conoscere la Fabbrica di Nichi-Chioggia. Cosa abbiamo fatto, chi siamo, in cosa crediamo e come immaginiamo il futuro del nostro paese.
(Presentazione creata da Daniele, Francesca e Gabriella, operai della Fabbrica di Nichi-Chioggia).

Video lettera di Nichi alla “neonata” fabbrica di Chioggia. Vendola parla dell’enorme problema che dobbiamo fronteggiare, quello della Lega Nord, ma non solo… Spiega cosa sono le Fabbriche, in modo che chi non è avezzo di politica possa comprendere il nostro operato. Grazie a Francesca che si è tanto adoperata per ottenere questo video, e grazie a Maurizio e Germana che ci hanno permesso di realizzare questo desiderio.

In questo filmato l’intervista alla fondatrice della Fabbrica di nichi-Chioggia in occasione degli stati generali di Bari. In questo contributo Francesca De Luca affronta le tematiche relative all’organizzazione territoriale e al coordinamento delle Fabbriche “fuori sede” e dell’esperienza delle Fabbriche nella difficile realtà geografica del nord-est, ove purtroppo la lega ha molti consensi.
La Fabbrica di Chioggia, sottolinea Francesca, si propone di promuovere un cambiamento culturale e sociale che parta dal basso, che miri al mutamento della mentalità e al coinvolgimento della popolazione tutta, in particolar modo dei giovani sempre più disorientati tra precariato e incertezza del futuro. Avanti tutta ragazzi!

Le operaie (soprattutto) e gli operai della fabbrica di Chioggia sono occupati nella realizzazione dell’evento dell’estate, la mitica FESTA DELLE IDEE! Una festa alternativa, momento di buona musica live (largo ai giovani!), momento per conoscersi, spunti per riflettere e divertirsi!Location una meravigliosa spiaggia by night in una serata di mezza estate, cosa desiderare di più? Tutto questo il prossimo venerdì 30 luglio dalle ore 21.00 presso Bagni Asia di Sottomarina (VE)!Festa su invito quindi per info non esitate a contattarci al seguente indirizzo: fabbricadinichi.chioggia@gmail.com